La Juve ha una nuova anima: chi ne approfitta?

I prossimi saranno dieci giorni in grado di cambiare valori, posizioni di partenza, ambizioni. La particolarità del campionato che s’inizia domani è infatti l’incompletezza (spesso dichiarata) di quasi tutte le partecipanti alle quali è data l’opportunità di verificarsi non su una ma su due giornate prima della chiusura della sessione estiva. Una sessione di mercato tra le più vivaci degli ultimi anni che ha visto il ritorno all’attività e alle spese più o meno pazze delle milanesi.

Parto dai colpi, a oggi: Kondogbia, in ritardo per stress muscolare, e Miranda; Dybala, Mandzukic e la permanenza di Pogba; Bacca; Dzeko e Salah.

L’unica squadra che ha dimostrato di avere un progetto tecnico chiaro è il Toro che ha svuotato l’ultima Under 21 di Di Biagio prendendo Zappacosta, Belotti, Baselli e quel che mancava di Benassi. La Lazio ha pensato in primo luogo al medio e lungo termine con Milinkovic-Savic, Kishna, Hoedt e Morrison (spiazzante ma intrigante l’attenzione posta su Balotelli). Il Napoli ha tentato di fondere il buono dello scorso anno (attacco) con il meglio di Sarri (fase difensiva) recuperando anche l’uso del centrocampo ma non è riuscito a centrare gli obiettivi primari (Romagnoli, Maksimovic, almeno per ora, Vrsaljko). La Roma è cambiata parecchio, così come l’Inter, il Milan e ovviamente le neopromosse. La Fiorentina ha ancora tanto da fare, Samp e Genoa mi incuriosiscono parecchio.

E poi c’è la Juve, quattro scudetti e una finale Champions in quattro anni. Ha perso Tevez, Pirlo e Vidal, tre delle sei grandi firme, mezza anima, e poco importa se nell’ultima stagione il solo Tevez è risultato determinante: Allegri deve trovare nuove linee di gioco, attribuire nuove responsabilità, per la prima volta conta poco o nulla il vantaggio in classifica accumulato fino a maggio. Le qualità non mancano, la competenza dello staff è indiscutibile.

Le avversarie naturali (Roma, Napoli, Lazio, Fiorentina, Milan, Inter) hanno una grande occasione: se la sprecheranno facendo finire nuovamente il campionato a febbraio dovranno mettere in discussione la propria capacità di fare calcio.

About Redazione

Ivan Zazzaroni è stato per anni caporedattore del Corriere dello Sport-Stadio e ha diretto il Guerin sportivo e Autosprint ma il suo nome è legato soprattutto al calcio, come ben sanno i milioni di spettatori della “Domenica Sportiva”e gli appassionati napoletani che lo seguono settimanalmente come conduttore dello spettacolare programma televisivo “Il bello del calcio”.

5 Responses to La Juve ha una nuova anima: chi ne approfitta?

  1. qu’il y a un peu de HAARP dans l’air ?Cette catastrophe murqae-t-elle le de9but de la fin selon vous ?En tout, cas on peut remarquer e0 quel point les gens ne sont pas pret, tant techniquement que moralement et surtout a quel point ils sont de9sinforme9s..In God they trust…

  2. 190This is the straight Another Way To Make Money | How To Make Fun Money diary for anyone who wants to seek out out almost this substance. You observance so untold its near exhausting to represent with you (not that I real would want…HaHa). You definitely put a new extend on a issue thats been cursive some for eld. Metropolis whatsis, just enthusiastic!

  3. An soaking up word may be valued at comment. I cerebrate that you should indite author for this message, it electrical power not be a bias subordinate yet generally fill aren’t enough to be able to speak on such topics. To the next. Cheers like your Khmer Karaoke Superstars.

Leave a Comment

Name*

Email* (never published)

Website

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.